La prima gelateria, negli anni '50

Era il primo dopoguerra e la famiglia di Tiziana abitava in un piccolo paese del ferrarese, San Nicolò. Di fronte alla chiesa del paese, nell'edificio che aveva ospitato per molti anni il convento, i nonni Natale e Rina decidono di avviare un'attività di latteria e di gelateria. È stato il primo vero contatto importante dei nipoti Tiziana e Riccardo con il mondo del gelato. Un mondo affascinante, dove il contatto con le persone era genuino e la gentilezza niente più che la normalità nel rapportarsi con i clienti. La nonna Rina raccomandava a Tiziana di salutare sempre sorridendo e ad alta voce, affinché i clienti venissero accolti nel migliore dei modi e si sentissero a casa.

Il trasferimento a Bologna

Nel 1967 la famiglia si trasferisce a Bologna, mentre i nonni continuano a lavorare nella gelateria di S. Nicolò fino al 1975. Nel frattempo è nato Roberto, il più piccolo dei fratelli. Ognuno di loro affronta il proprio percorso formativo e professionale. Tiziana, la prima dei tre, entra nel mondo della moda prima come modella e successivamente come designer, venendo a contatto con i maggiori personaggi del settore dell'epoca, da Ferrè a Moschino. Riccardo percorre una strada affine al mondo del gelato, ma non cimentandosi direttamente. Invece è Roberto che, pur avendo vissuto da piccolissimo e per pochi anni soltanto l'esperienza della gelateria dei nonni, spinto da una grande passione e terminati gli studi, decide di confrontarsi con questa realtà.

Un nuovo inizio

Ancora molto giovane, ma con le idee piuttosto chiare, Roberto deicide di ripercorrere i passi dei nonni e di imparare il loro mestiere. Così, dopo un anno passato a lavorare in una pasticceria, inizia la sua carriera nel mondo del gelato, imparando dai migliori gelatieri di Bologna. Per oltre 8 anni lavora presso la gelateria Caponord, punto di riferimento del gelato Bolognese di allora.

L'esperienza all'estero... e un desiderio incontenibile

È la metà degli anni '90 e Roberto decide di ampliare la sua conoscenza sul mondo del gelato, e lo fa viaggiando in tutto il mondo. Prima si trasferirisce a Londra (UK), poi Nizza (FR), Valencia (E), Caracas (YV), Valencia (YV), Isole Vergini (BVI) e Medellin (CO), venendo a contatto con modi nuovi di concepire il gelato, con gusti talvolta bizzarri, ma perseguendo l'unico scopo di produrre un gelato buono, semplice e naturale. In poche parole: buono!
Tra i suoi "crucci" professionali, quello di fare un gelato davvero artigianale e naturale, riducendo al minimo gli additivi ampiamente sotto le dosi consentite dai protocolli europei.
E intanto maturava il desiderio sempre più grande di avere un giorno la propria gelateria...

Finalmente un mondo di gelato&co.

È il 2006 e al termine dei suoi tanti viaggi, Roberto mette a frutto la sua esperienza e realizza il suo più grande desiderio, aprendo la sua gelateria. È una gelateria piccola, senza tavoli a cui fare accomodare clienti, e apre a pochi metri dove molti anni prima esisteva un'altra famosissima gelateria. C'è spazio solo per il gelato e l'amore e la passione nel fare di questo rinfrescante tipo di dolce un prodotto davvero d'eccellenza.
La scelta del nome non è difficile: Roberto ha viaggiato in tutto il mondo e l'ha fatto facendo gelati. Nasce Un mondo di Gelato e Co.!
Nel frattempo Tiziana si è stancata del mondo della moda, affascinante, sì, ma anche difficile e stressante, e quando Roberto le chiede di aiutarlo nell'impresa accetta con entusiasmo.

Dal 2012 Tiziana è al timone

Dopo 6 anni di lavoro insieme, Roberto sente nuovamente il bisogno di viaggiare. Tiziana quindi gli subentra in tutto e per tutto, dopo sei anni in cui il fratello più piccolo le ha fatto da maestro.

Ora è lei al timone della nave, e naviga veloce, aggiungendo quella creatività che le era servita nel mondo del fashion, inventando nuovi gusti e chiedendo di tanto in tanto consigli a chi le aveva insegnato così bene il mestiere del gelatiere.

1955-2017 oltre sessant'anni di gelato... e di famiglia

Oggi Tiziana è il volto e il nome di Un mondo di Gelato&co. Ha ampliato l'offerta con granite, semifreddi, torte gelato, monoporzioni e ha completato l'organico, inserendo da poco due nuove figure nello staff che ruotano a seconda delle necessità. Sono il figlio Ivan e il marito Valerio. Quasi come fosse scritto, il cerchio aperto oltre 60 anni prima dai nonni si chiude di nuovo a sottolineare un valore importante e imprescindibile per questa attività che da piccola gelateria di quartiere è diventata un punto di riferimento per la città: la famiglia!